Ciò che furono i conteggi degli anni, dei mesi e dei giorni, prima della fondazione del regno di Gaarendar è andato perduto. Ogni stirpe aveva un suo modo di tenere di organizzare il tempo e di tenerne il conteggio. Una delle prime preoccupazione di Lothar, agli inizi del suo regno, fu proprio quella di organizzare un calendario che aiutasse a riportare le cronache e ad organizzare la vita cittadina.

Divise l’anno in 365 giorni, che diventano 366 una volta ogni 4 anni, giorno indetto come festa del Regno (successivamente indicato come giorno festivo del “Ricordo di Lothar”). / giorni per ogni settimana, 12 mesi formano un anno di cronaca.

  1. Mese di Tarn, 31 giorni
  2. Mese di Gaarendar, 28 giorni (29 ogni anno bisestile, per la giornata di festa indetta)
  3. Mese di Iglofarn, 31 giorni
  4. Mese di Kislev, 30 giorni
  5. Mese di Innsplague, 31 giorni
  6. Mese di Tharsis, 30 giorni
  7. Mese di Hadarac, 31 giorni
  8. Mese di Umeris, 31 giorni
  9. Mese di Gaele, 30 giorni
  10. Mese di Ank’hev, 31 giorni
  11. Mese di Aresil, 30 giorni
  12. Mese Immacolato, 31 giorni

Il tempo, scandito ora dalle nuove invenzioni, come gli orologi, viene calcolato cosi:

  • Secondi —> Piccole clessidre
  • Minuti —> Clessidre
  • Ore —> Meridiane (a volte viene utilizzato il termine: Grande Clessidra).

Le clessidre, ancor più delle meridiane, sono state per grande tempo (ancora non in disuso, tra l’altro) l’unica unità di misura del tempo, quindi se ne riconosce l’importanza.

In Game potrai accedere con il comando ‘Calendario ad un Gump che ti ricorderà il tutto, inoltre con ‘Data otterrete giorno mese e anno corrente